Altri contenuti - Prevenzione della Corruzione

Si rende noto che il Gruppo SISAM in data 25/05/2015 ha adottato il Piano di Prevenzione della Corruzione.
Nella seduta del 28 ottobre scorso, il Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione ha approvato l’Aggiornamento per il 2015 del Piano Nazionale Anticorruzione (PNA) 2013-2016, attraverso il quale vengono fornite indicazioni integrative e chiarimenti rispetto ai contenuti del PNA del 2013.
Con l’Aggiornamento in discorso, come stabilito dalla Determinazione n. 12 del 28 ottobre 2015, l’Autorità anticorruzione, al termine di una valutazione su un campione di oltre 1.911 amministrazioni, ha voluto imprimere una decisa svolta nella direzione del miglioramento della qualità dei Piani di Prevenzione della Corruzione, che le amministrazioni e le società da loro partecipate sono tenute ad adottare entro il 31 gennaio del 2016.
In risposta alle esigenze di aggiornamento di cui sopra, si riferisce che il Gruppo SISAM è in procinto di procedere all’integrazione del proprio Piano di Prevenzione, sia in termini di struttura, che in termini di controlli e di responsabilità, seguendo le indicazioni dell’Autorità. L’integrazione verrà effettuata dal Responsabile della Prevenzione della Corruzione come prescritto ai sensi dell’art. 1, co. 7 della Legge 190/2012 (legge anticorruzione).
Dato l’orizzonte temporale significativamente ristretto e, in coincidenza con la predisposizione del Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001, in questa sede si rende noto che: al fine di rispondere alle direttive dell’ANAC, il percorso di adeguamento alle linee guida presenti nella determinazione n. 12, verrà sviluppato di concerto con l’elaborazione del Modello 231 e, più precisamente che, nella sezione del Modello relativa ai reati con la P.A. si procederà ad una analisi, una valutazione ed un trattamento del rischio, rispondenti alle indicazioni disposte dalla Determinazione in parola, anche in previsione di una possibile ed eventuale attività di valutazione e vigilanza da parte dell'Autorità.
Pertanto, si comunica che un primo passaggio di adeguamento sarà proprio quello di procedere ad integrare il suddetto Modello 231 con le misure di Risk Assessment idonee a prevenire anche i fenomeni di corruzione e di illegalità all’interno del Gruppo SISAM, in coerenza con le finalità della L. 190/2012 e delle ultime prescrizioni elencate ed esplicate dalla Determinazione dell’ANAC.
Nelle more per il triennio 2016-2018 si ritiene in corso di validità il Piano di Prevenzione della Corruzione adottato in data 25/05/2015.

Categories

Copyright 2012 SISAM S.p.a. Tutti i diritti sono riservati.
Powered by Centro Servizi SISAM S.p.A.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini d'uso. Per conoscere nel dettaglio il nostro utilizzo dei cookie e le modalità di eliminazione, leggi la nostra Cookie policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information